Documento digitale unificato

  • Scritto da Super User

Ultimo aggiornamento: 25/02/2014

La legislazione attuale prevede la realizzazione del documento digitale unificato (DDU). Tale documento elettronico, che sostiuisce la carta di identità e la tessera sanitaria, consente di dotare tutti i cittadini di un valido strumento per l'accesso ai servizi in rete. DESCRIZIONE top Il progetto prevede l'utilizzo di smartcard con un doppio microprocessore, a radiofrequenza e a contatti.

 

La presenza del processore a radiofrequenza (contacless) caratterizza il DDU come strumento innovativo ed estremamente attuale. La presenza del chip a contatti, destinato in futuro ad essere eliminato, consente di garantire la continuità dei servizi attualmente forniti attraverso la Carta Nazionale dei Servizi (e carte a questa conformi) per un adeguato periodo di tempo affinché siano resi disponibili i servizi attraverso il chip contacless. Nel corso del progetto, che prevede l'emanazione di due decreti, si è stabilito che le regole tecnologiche siano pubblicate in rete a cura del Ministero dell'Interno. Un apposito Comitato Tecnico, coadiuvato da un Gruppo di lavoro per le specifiche tecniche, ha predisposto un primo schema delle regole tecnologiche.

 

In considerazione della delicatezza delle specifiche, il Comitato Tecnico ha deciso di rendere pubbliche le stesse attraverso il sito internet di questa Agenzia, affinché i soggetti interessati (Fornitori di servizi in rete e operatori di mercato) possano prenderne visione e inviare eventuali commenti. Si provvede quindi alla pubblicazione delle specifiche tecniche attraverso i documenti sotto disponibili.

 

Scaduto il termine del 10 dicembre 2013 per inviare eventuali commenti, si ringrazia quanti hanno mostrato interesse. I commenti pervenuti saranno esaminati con attenzione dal Comitato Tecnico e, se produrranno modifiche alle regole tecnologiche, sarà effettuata una seconda pubblicazione. In questo caso gli interessati avranno la possibilità di inviare commenti per ulteriori venti giorni decorrenti dalla seconda pubblicazione.